PER NON DIMENTICARE

 

 

«Caro professore, sono un sopravvissuto di un campo di concentramento. I miei occhi hanno visto ciò che nessun essere umano dovrebbe mai vedere: camere a gas costruite da ingegneri istruiti, bambini uccisi con veleno da medici ben formati, lattanti uccisi da infermiere provette, donne e bambini uccisi e bruciati da diplomati di scuole superiori e università. Diffido - quindi – dell’educazione. La mia richiesta è la seguente: aiutate i vostri allievi a diventare esseri umani. I vostri sforzi non devono mai produrre dei mostri educati, degli psicopatici qualificati, degli Eichmann istruiti. La lettura, la scrittura, l’aritmetica non sono importanti se non servono a rendere i nostri figli più umani» 

Anniek Cojean, “Les mémoires de la Shoah”

PIETRE D'INCIAMPO

 

Espressione di origine biblica (cfr. Lettera ai Romani, 9, 32-33) con la quale s'intende l'iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig in memoria di cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. L'iniziativa è partita negli anni Novanta del secolo scorso e si è diffusa poi in diversi paesi europei. Consiste in piccole targhe d’ottone, grandi quanto un sampietrino, collocate davanti la porta della casa nella quale abitò un deportato, e di questi ne recano il nome, l’anno di nascita, la data e il luogo della deportazione, e la data di morte. Scopo dell'iniziativa è preservare la memoria delle deportazioni, e l’inciampo rappresenta metaforicamente un invito alla riflessione. Gesù Cristo, il nostro Dio, Signore e Salvatore, può diventare una pietra d'inciampo: "per gli increduli la pietra che gli edificatori hanno riprovata è quella che è divenuta la pietra angolare, una pietra di inciampo e un sasso di intoppo". Se non sei credente o non segui la parola, inciamperai continuamente, non riuscirai a camminare spedito e continuerai a trovare dei sassi di intoppo sul tuo cammino.

LETTURE CONSIGLIATE

 


 

 IN RILIEVO

  ACEBLAM

SCARICA NOTIZIARIO

 

NOTIZIE

NEWS EVANGELICHE

 

SOSTIENICI

DONARE FA BENE

 

ACCOGLIENZA

OSPITALITA' 

 

UNISCITI

DIVENTA MEMBRO

 PASTORE

SIMONE CACCAMO

 

UFFICIO SEGRETERIA

DANIELA UNCINI

 

CONCERTI E PIANOFORTE

GETA TEPES BILLA

georgeta.tepes@yahoo.it

Cellulare 320. 013. 9110

dalle 17.00 alle 20.00