SAILING

 

IL MARE NELLA BIBBIA 

MARE DELLA VITA

 

«Quando assegnava al mare il suo limite perché le acque non oltrepassassero il loro confine, quando poneva le fondamenta della terra»

 

 

 

Proverbi 8, 23

 

 


Nel testo ebraico di Proverbi 8,22 è usato il verbo «quanah» che vuol dire stabilire, fondare o generare, mentre in Genesi 1,1 per creare è usato barà. La differenza tra generare e creare è semplice e comprensibile: la generazione avviene da un essere precedente, mentre la creazione avviene dal nulla. Generare deriva da ‘genus, generis’, quindi ‘stirpe, vita’; significa perciò dare vita ad esseri della stessa specie, e, per estensione, mettere al mondo, dare alla luce. La capacità creativa invece viene considerata una qualità intrinseca di alcune persone, in grado di fare qualcosa che prima non esisteva, in modo pressoché autonomo e indipendente dal contesto. Il mare è legato al concetto di generazione e nascita: l’acqua del mare ricorda il liquido amniotico nella pancia della mamma. La composizione dell'acqua delle profondità marine si avvicina a quella del liquido amniotico salato in cui siamo immersi prima di venire al mondo. Il mare è parte dell’archetipo della madre, le sue acque sono un liquido amniotico che nutre e rigenera, sono il ventre che culla  la vita che si crea e si rinnova.

Non riuscirai mai ad attraversare l'oceano se non hai il coraggio di perdere di vista la riva. 

NOCCHIERI DELLA VITA

 

L’EQUIPAGGIO

 

 

Prendere il mare significa armare una barca, ovvero «montarla» in modo corretto con le vele, le corde, i carrelli, i rulli o imparare a mettere bene l’albero in posizione verticale, che cambia a seconda del tipo di barca: l’operazione può essere fatta a mano, ma è necessario che cooperino tutti i membri dell’equipaggio. Prima ancora di parlare di uscita vera e propria bisogna seguire una procedura:  fornirsi di salvagente per ogni membro dell’equipaggio che comunque deve sapere nuotare,  procurarsi una pagaia e una sassola, cioè uno strumento che serve per buttare fuori l’acqua dalla barca. Nella barca della vita, una volta che le condizioni atmosferiche sono buone e siamo ben disposti ad accogliere la Parola di Dio, le istruzioni per armare la barca e gli strumenti per affrontare il viaggio ci possono essere forniti da navigatori più esperti. A tutto ciò sopperisce il Pastore con la comunità. Nella comunità c’è sempre chi è in viaggio prima di te, troverai sempre una sorella che ti presta un salvagente, un fratello che ha una sassola e ti aiuta a togliere l’acqua che puoi avere imbarcato. La comunità è sostegno nei momenti di difficoltà, è condivisione, apertura e crescita. 

 

 

 

 IN RILIEVO

  ACEBLAM

SCARICA NOTIZIARIO

 

NOTIZIE

NEWS EVANGELICHE

 

SOSTIENICI

DONARE FA BENE

 

ACCOGLIENZA

OSPITALITA' 

 

UNISCITI

DIVENTA MEMBRO

 PASTORE

SIMONE CACCAMO

 

UFFICIO SEGRETERIA

DANIELA UNCINI

 

CONCERTI E PIANOFORTE

GETA TEPES BILLA

georgeta.tepes@yahoo.it

Cellulare 320. 013. 9110

dalle 17.00 alle 20.00

SCUOLA DOMENICALE

vai alla pagina

EVANGELIC MOOD 

more