Il film Bonhoeffer proiettato a Sondrio

SONDRIO - Venerdì 27 aprile alle 20.30 presso il Centro evangelico di cultura (Cec) di Sondrio in via Malta 16) [... si può assistere alla] proiezione del film "Bonhoeffer", regia di Eric Till, con Ulrich Tukur.

Interverranno Stefano D'Archino (Cec), Nella Credaro (Anpi), Fausta Messa (Issrec), Ivan Fassin (Cisl), Floriana Valenti (Cgil). Concluderà Giovanna Credaro (ex Gruppo Bonhoeffer del Cec).

Il film: Eric Till, che aveva diretto tra gli altri anche Causa di Divorzio , 1995 e Luther, 2003), in questa pellicola racconta la storia del grande teologo luterano Dietrich Bonhoeffer (1906-1945).

Teologo, pensatore fecondo e di profonda spiritualità, Bonhoeffer aderisce alla resistenza ecclesiastica antinazista della cosiddetta "Chiesa confessante" (1934-1936), quella parte dell'evangelismo tedesco che si dissociò dai cristiano-tedeschi (Chiesa del Reich), e assume l'incarico di direttore del seminario per predicatori di Finkenwalde che, chiuso dalla polizia, continua la propria opera illegalmente.

Recatosi negli Stati Uniti come docente presso una delle più prestigiose Facoltà di Teologia, nel 1939, dopo pochi mesi decide di tornare in patria: il suo posto è là. Prende parte alla preparazione dell'attentato a Hitler (compiuto e fallito il 20 aprile 1944), ma, scoperto, il 5 aprile 1943 viene incarcerato e il 9 aprile 1945 condannato a morte per impiccagione nel campo di concentramento di Flossenbuerg (Baviera) su ordine dello stesso Hitler. Tra le opere più note del teologo tedesco: "Etica" e "Resistenza e resa: lettere e scritti dal carcere".

di: Sergio Ronchi

da: Gazzetta di Sondrio - n. 11/2012, anno XV

Scrivi commento

Commenti: 0

   IN RILIEVO

PASTORE

SIMONE CACCAMO

UFFICIO SEGRETERIA

DANIELA UNCINI

 

 CONCERTI E ACCOGLIENZA

 

GETA TEPES BILLA

 georgeta.tepes@yahoo.it

Cellulare: 320. 013 9110

“O Signore, al mattino tu ascolti la mia voce: al mattino ti offro la mia preghiera e attendo un tuo cenno”

 

Salmo 5,3

ANGOLO DELLA POESIA

 

       
"Se questo è lo svanire, lasciate che io subito svanisca. Se questo è il morire, seppellitemi in tale rosso sudario"

Emily Dickinson